06.08.2019 | 21.00 – “Se il Ministero non prende decisioni, stiamo parlando del nulla assoluto“. Queste le parole del Segretario Provinciale del Sindacato Autonomo di Polizia, Lorenzo Tamaro, interrogato dalla nostra redazione in merito le dichiarazioni rilasciate dal PD che paventano a breve la chiusura del Commissariato di Rozzol-Melara“La chiusura degli uffici è dovuta alla carenza di personale amplificata dal periodo di ferie” ha spiegato il Segretario “la situazione attuale è determinata dalle politiche sbagliate degli anni scorsi che prevedevano ridimensionamenti e razionalizzazioni, termini utilizzati per giustificare vere e proprie chiusure. La stessa sorte si era profilata per il Commissariato di Opicina -poi scongiurata-, ora a preoccuparsi è lo stesso soggetto che ha portato questi uffici di polizia in questa condizione. Su Rozzol-Melara il SAP fu il primo sindacato a scendere in piazza seguito poi poi da tutti gli altri, tranne la UIL” ha commentato.

“Già negli anni in cui il PD era al potere, il SAP chiedeva un incremento del personale e alla fine del turn over, richieste che facendo tuttora, a differenza di altri che all’epoca tacevano”. E conclude “il SAP non ha ritenuto necessario diffondere comunicati in merito, perché non ha avuto notizie di questa improbabile chiusura. Riteniamo che una decisione di questo tipo dovrebbe essere annunciata direttamente dal Questore, cosa che non è assolutamente avvenuta; reputiamo quindi che sia del tutto infondata allo stato attualeSe la situazione dovesse cambiare, il SAP sarà coerente con quanto già espresso in passato

TriesteAllNews

sap nazionale

0
0
0
s2sdefault