Il Segretario Provinciale del SAP di Trieste replica all'attacco del presidente dell'I.C.S. Gianfranco Schiavone.

Di seguito l'intervento di Gianfranco Schiavone, la replica del SAP letta dalla conduttrice e il testo integrale del comunicato del SAP Trieste.

 

COMUNICATO

A seguito delle dichiarazioni fatte dal dottor Gianfranco SCHIAVONE, presidente dell’I.C.S., durante il TG di Telequattro in data 27.05.2020, il SAP ricorda quale sia il compito di un sindacato di polizia che non è un’associazione corporativistica: quello di salvaguardare non solo i diritti dei poliziotti, ma anche le condizioni di lavoro in cui essi si trovano ad operare.

Le dichiarazioni nei confronti del SAP, rese durante la trasmissione dimostrano evidentemente che non gradisce chi, democraticamente e come costituzionalmente garantito, si spende quotidianamente per il bene della sicurezza del paese, degli operatori di Polizia,  nella tutela delle loro funzioni e nei compiti che la legge prevede essi compiano, come ad esempio gli atti relativi alle persone rintracciate ed entrate illegalmente sul nostro territorio nazionale.

Il SAP certamente non si è mai rivolto e non ha mai chiesto risposte al dottor SCHIAVONE, nonostante ciò si è sentito in dovere di intervenire.

Ha dimostrato nelle sue inopportune dichiarazioni, di non conoscere quali siano gli organici previsti dal nostro Dipartimento per il lavoro ordinario della Polizia di Frontiera, oggi chiamato a svolgere un lavoro straordinario, quello dell’immigrazione clandestina.

Riteniamo che sarebbe stato più opportuno, prudente ed elegante da parte sua, proporre suggerimenti per contrastare l’immigrazione clandestina.

Sarebbe sufficiente si occupasse dell’accoglienza dei nuovi arrivati piuttosto che si sguarniscano altre città, argomenti di cui eventualmente si occupa il Dipartimento della P.S. e il Ministero dell’Interno.

Inoltre sarebbe auspicabile, che il dottor Schiavone, si documentasse, prima di intervenire, di quali siano le condizioni lavorative degli operatori di polizia e esprimesse solidarietà a chi ogni giorno per primo presta il primo e concreto soccorso ai migranti in arrivo.   

TeleQuattro Logo

0
0
0
s2sdefault